I 5 benefici più importanti che avrai iniziando a suonare il pianoforte

Benvenuto in questo articolo in cui desidero parlarti dei 5 benefici più significativi di cui potrai usufruire se inizi a suonare il pianoforte.

I 5 benefici :

Imparare a conoscersi
Educare la propria sensibilità
Arricchire se stessi e gli altri
Imparare l’autodisciplina
Sviluppare l’empatia
Se utilizzerai questi benefici per imparare a suonare il pianoforte la tua formazione musicale e umana maturerà sicuramente, senza alcun dubbio.

1) Imparare a conoscersi

Dopo un pò che avrai iniziato a suonare il pianoforte ti accorgerai della soddisfazione che si prova ad ottenere dei risultati e questa, a mio avviso, è una condizione indispensabile per motivarti ad andare avanti, forse la più importante.

Poche volte ho visto negli occhi dei miei allievi una gioia più grande dell’essersi applicati con costanza e aver ottenuto i risultati voluti e sperati. Ho sottolineato il fattore della costante applicazione perchè è determinante per il raggiungimento dei propri obiettivi.

Penso che i grandi risultati arrivino dopo grandi sforzi, non per tutti ci vuole lo stesso tempo, comunque le premesse indispensabili sono quelle di avere soprattutto una grande pazienza.

E’ necessario che tu sia anche disposto a disimparare abitudini e metodi mal acquisiti nel caso sapessi già suonare il pianoforte e per fare questo ci vuole tanta umiltà.

2) Educare la propria sensibilità

Imparare ad educare la propria sensibilità è fondamentale per imparare a suonare il pianoforte perchè educare, nel vero senso del termine latino, significa “condurre fuori”, quindi tirare fuori le proprie capacità, i propri talenti, il meglio di se stessi.

Facendo un esempio con i bambini Il vero educatore capace trae fuori dal bambino le sue potenzialità, la maggior parte dei maestri purtroppo le reprimono per comodità ma l’obiettivo è l’esatto opposto, tirare fuori i talenti del bambino.

Allo stesso modo spesso la nostra sensibilità rimane repressa per tanti motivi, ci è richiesto per esempio di adeguarci a situazioni che ci si presentano e spesso sono situazioni a cui non ci piace adeguarci.

In questo modo però sacrifichiamo la parte più bella e profonda di noi e imparare a suonare il pianoforte ti da la possibilità di fare uscire la parte più significativa di te.

Per iniziare a sviluppare e sentire per bene la tua parte più sensibile ti consiglio di iniziare a sentire della buona musica di pianisti famosi e non di quelli che ti capitano a caso. Ti stupirai di quanto la musica ti possa mettere a contatto con la vita e con bellezza artistica, soprattutto vedrai come ti verrà voglia di suonare il pianoforte!

3) Arricchire se stessi e gli altri

Che cosa c’è di più bello che arricchire gli altri con la nostra esperienza, personalità, affetto, umanità, disponibilità e intelligenza? Te lo dico in tutta sincerità, per me nulla!

Una delle cose che personalmente mi da più soddisfazione è sapere di aver contribuito a realizzare qualcosa di costruttivo e importante e aver partecipato attivamente alla risoluzione di uno o più problemi. E tu come la pensi? Scrivilo nei commenti!

Pensa se tu invitassi delle persone care ad una tua esibizione pianistica, che reazione pensi che avrebbero nel sentirti suonare il pianoforte? Potrebbero arrivare anche a piangere dalla commozione, e questo è assolutamente positivo non per il fatto che piangano ma per il fatto che se lo fanno è perchè hai toccato il loro cuore.

Certo, è necessario che tu riesca a comunicare in modo significativo qualcosa di tuo, nel senso che se suoni male piangeranno ma dalla disperazione :).

Se riesci a comunicare la tua sensibilità suonando il pianoforte, penso che le persone non possano ricevere un regalo più bello.

4) Imparare l’autodisciplina

Non tutti siamo dotati di questa grande risorsa che è l’autodisciplina. Per me è una delle capacità fondamentali per raggiungere i risultati che ci prefissiamo, in tutti i campi, e imparare a studiare e suonare il pianoforte ti aiuterà moltissimo a migliorarla.

L’autodisciplina è una capacità che va appresa non è innata. Essa è la capacità di mettere in pratica un piano di azione utile per il raggiungimento dei propri obiettivi in modo costante.

Bisogna cercare di mantenere un forte impegno con se stessi e mettere in pratica che le cose che ci si è prefissati di fare per ottenerla, quindi ci vuole molto esercizio.

Per il pianoforte il discorso è lo stesso. Se non sei autodisciplinato lo studiare con costanza e coerenza ti può aiutare a diventarlo. Intendiamoci, non è che solo lo studio del pianoforte ti può far acquisire disciplina, ma io parto dal mio campo di competenza e ritengo che per suonare il pianoforte sia un elemento fondamentale e necessario.

5) Sviluppare l’empatia

Penso che sviluppare empatia in tutti i campi sia una delle cose più belle, utili, umane, significative e intelligenti che si possano fare, anche per quanto riguarda imparare a suonare il pianoforte.

Quale modo di sviluppare empatia è migliore di imparare a praticare musica sia sul pianoforte che su qualsiasi altro strumento?

Se sei un buon pianista per esempio, il che non vuol dire suonare le scale alla velocità della luce ma vuole dire per me comunicare la tua musicalità, riuscirai a creare una sorta di rapporto simbiotico con il compositore che stai suonando e questa, oltre ad essere una forma di interpretazione, è anche una forma di empatia.

Bisogna infatti cercare di capire che cosa il compositore vuole comunicare con la sua musica e suonare il pianoforte seguendo le sue intenzioni.

D’altronde questi compositori scrivevano musica per condividere qualcosa di profondo di loro stessi e leggendo libri sulla loro vita scoprirai che molte composizioni sono state scritte per qualcuno, come per esempio Per Elisa di Beethoven, e riflettono un particolare periodo della loro vita.

Nelle biografie dei compositori sono solitamente specificati gli anni in cui certe composizioni sono state scritte, per cui scoprirai che in un momento doloroso sarà stata scritta una composizione con queste caratteristiche. Diversamente in un periodo felice una composizione comunicherà questo stato d’animo.

Un altro modo per sviluppare empatia è suonare il pianoforte con altri strumentisti. In questo modo, come per i compositori, entri nel loro modo di suonare e crei veramente un rapporto empatico mentre suoni e ti assicuro che è un’esperienza bellissima avendola vissuta.
A presto

Cristina

Share this article

Comments

  • saveriosalerno
    25 gennaio 2012

    Sono tutte cose SACROSANTE!!
    Brava Cristina vediamo se qualcuno inrete si identifica con questo tuo “elegante” articolo.
    Complimenti!!
    saverio

    • 25 gennaio 2012

      Ciao Saverio,
      grazie, cerdo in quello che scrivo, e penso che le persone lo capiscano 🙂
      Spero che questo articolo venga visto e commentato.
      Grazie ancora
      Un abbraccio
      Cristina